L’ ordine degli Ospitalieri di San Giovanni, i Cavalieri di Malta

L’istituzione degli Ospitalieri e’ anteriore alle Crociate.

Esistevano da tempo dei conventi-foresterie che avevano lo scopo di accogliere i pellegrini occidentali che venivano in Terra Santa per visitare i luoghi dove era vissuto e morto Gesu’ Cristo.

Uno dei piu’ importanti era l’ Ospizio di San Giovanni, che, nonostante gli attacchi e le razzie dei mussulmani era attivo quando Goffredo di Buglione venne per conquistare Gerusalemme.

In quel momento era diretto dal Beato Gerardo, che si suppone potesse essere amalfitano. Questo perche’ la croce a otto punte degli Ospitalieri e’ tra gli stemmi di Amalfi.

Questo ordine aveva molto successo, affluivano sia vocazioni sia offerte. tanto che Gherardo decise di dare ai suoi seguaci una regola formale ed una divisa, fondando praticamente L’Ordine,anche se non ancora militarizzato. Fu il suo successore, Raimondo di Puy, che aggiunse ai voti ordinari, di poverta’, castita’ e obbedienza, quello di difendere con le armi la Terra Santa. Da quel momento gli Ospitalieri presero il nome di Cavalieri di San Giovanni di Gerusalemme. Il loro sviluppo fu molto rapido e si raggrupparono per “lingue” . Per quanto riguarda le loro imprese militari, i rapporti con il re di Gerusalemme, la loro influenza politica, sono molto simili a quelle dei Templari.

Con i Templari ed i Cavalieri Teutonici i rapporti furono sovente tempestosi e di rivalita’, ma furono piu’ accorti dei Templari e piu’ fortunati.

Quando cadde San Giovanni d’Acri, essi possedevano gia’ l’isola di Cipro, dove si rifugiarono. Nel 1309 si impadronirono dell’isola di Rodi e vi rimasero fino al 1522, sempre con la funzione di fare argine contro gli infedeli.

Il loro Gran Maestro Villiers de l’Isle-Adam li guido’ in una eroica battaglia contro i Turchi.

A Rodi presero il nome di Cavalieri di Rodi. Quando furono cacciati dall’isola , dopo aver errato per l’Europa, ottennero dall’Imperatore Carlo V l’Isola di Malta nel 1530.
Essi ne fecero una fortezza e presero il nome di Cavalieri di Malta. Claire-Eliane Engel ne “Les Chevalier de Malte” narra le loro imprese navali in tutto il Mediterraneo contro i corsari barbareschi.

Furono scacciati da Malta da Napoleone Bonaparte nel 1834, quando quest’ultimo si impossesso’ dell’isola, anzi Napoleone soppresse il loro Ordine. Si rifugiarono temporaneamente in Russia, presso lo zar Paolo I, poi si stabilirono in Italia, a Roma, nel 1834. Ormai Malta era stata occupata dagli Inglesi ed essi vi rinunciarono definitivamente pur mantenendone il nome.

Esistono ancora come Ordine Sovrano di Malta, collaborano con la Croce Rossa, e si occupano sopratutto di beneficenza presso le classi piu’ povere, ritornando a quello che era lo scopo dell’ordine alla nascita, curare e proteggere i bisognosi.

Riassunto
Titolo
L' ordine degli Ospitalieri di San Giovanni, i Cavalieri di Malta
Descrizione
L'istituzione degli Ospitalieri e' anteriore alle Crociate.
Autore
Editore
MM
Logo

Published by

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *