Alchimia significato

Alchimia significato e breve storia

L’alchimia ha origini antichissime ed è possibile dedurre che sia nata dall’esigenza dell’uomo di comprendere ed interagire con i misteri della natura e del creato. Ma la parola alchimia ha anche un significato piu’ semplice e si usa per descrivere una combinazione di elementi che concorrono per far si che si verifichi un determinato fenomeno.

Alchimia significato ai nostri giorni

Siamo lontani dai tempi dei primi alchimisti, e malgrado questo l’alchimia mantiene invariato il suo fascino nella nostra immaginazione.

Ma qual’e’ il significato della parola alchimia nel linguaggio di ogni giorno dell’uomo moderno?

Per alchimia, intendiamo il verificarsi di tutta una serie di condizioni fisiche, chimiche e psicologiche che fanno si che possa avvenire un determinto fenomeno.

Per esempio, quando parliamo di alchimia in amore, descriviamo quel mix di caratteri che portano due perone ad amarsi: affinita’ nel modo di vivere e vedere la vita ed il futuro, intesa fisica e sessuale, condivisione di interessi e passioni, capacita’ di ridere ed emozionarsi insieme, capacita’ di condividere le cose, capacita’ di spartirsi i compiti all’interno della coppia.

A volte si dice che un’ allenatore ha trovato la giusta alchimia in una squadra di calcio: vuol dire che ha trovato il giusto modo per combinare le caratteristiche fisiche e tecniche dei suoi giocatori per fare si che il loro apporto collettivo li trasformi in una squadra vincente.

L’alchimia infatti non e’ che il giusto dosaggio e la giusta combinazione di alcuni elementi per dare luogo al risultato che si vuole raggiungere, un cocktail di caratteristiche che a giuste dosi e tutte insieme rendono buona la miscela.

Ed in effetti l’alchimia ha sempre avuto a che fare con la chimica ed ogni alchimista, sia esso un allenatore, un amante o un cuoco, e’ geloso della sua formula e la vuole mantenere segreta.

Anticamente, questa “scienza segreta” ebbe modo di crescere ed espandersi sia in Oriente che in Occidente, dimostrando l’universalità della sua concezione.

Alchimia significato etimologico

Prendiamo in prestito a Wikipedia la definizione etimologica della parola “alchimia” :

‘Il termine alchimia deriva dall’arabo al-khīmiyya o al-khīmiyya (الكيمياء o الخيمياء), composto dell’articolo determinativo al- e della parola kīmiyya che significa “chimica” e che a sua volta, sembrerebbe discendere dal termine greco khymeia (χυμεία) che significa “fondere”, “colare insieme”, “saldare”, “allegare”, ecc. (da khumatos, “che è stato colato, un lingotto”). Un’altra etimologia collega la parola con Al Kemi, che significa “l’arte egizia”, dato che gli antichi Egiziani chiamavano la loro terra Kemi ed erano considerati potenti maghi in tutto il mondo antico[3]. Il vocabolo potrebbe anche derivare da kim-iya, termine cinese che significa “succo per fare l’oro”.’

Siamo completamente d’accordo con la versione etimologica che vuole la ‘chimica’, ‘kimiyya’ o ‘kimiha’ in arabo, all’origine della parola alchimia.

E chi sono stati infatti i primi grandi alchimisti se non degli scienziati che manipolavano elementi? La tradizione ermetica fu quella che poi introdusse elementi esoterici e magici alle pratiche alchemiche.

Breve storia dell’ alchimia

Nel mondo occidentale le prime testimonianze sull’alchimia sono rintracciabili negli scritti egizi che riportano notizie sulla mitica Tavola Smeraldina di Ermete Trismegisto: una lastra di smeraldo dove era incisa la summa del pensiero alchemico. Infatti Ermete Trismegísto (tre volte grande) fu identificato con il dio Thoth (divinità preposta alle scienze occulte e alla medicina).

Ancora oggi la Tavola Smeraldina è uno dei compendi fondamentali per poter raggiungere l’obiettivo finale dell’alchimia: la realizzazione della Grande Opera, ovvero la riproduzione del miracolo della creazione.

Con Ermete nacque l’ermetismo, inteso come capacità di sintetizzare in poche parole i grandi concetti pregni di simbolismi cosmici.

In Oriente l’alchimia si sviluppò prevalentemente in Tibet, in Cina, in India e in Birmania dove oltre all’astrologia, utilizzata come strumento interpretativo, furono applicati i sistemi simbolici degli elementi fondamentali: Acqua, Terra, Fuoco, Aria.

All’epoca di Alessandro Magno avvenne il grande incontro tra l’alchimia orientale e quella occidentale; il centro di questo connubio fu Alessandria d’Egitto, dove i più preziosi scritti delle varie scuole alchimistiche furono raccolti nell’immensa biblioteca della città.

Invece nell’antica Grecia i padri dell’Arte Regia furono Platone e Ippocrate.

Col tempo un grande impulso fu dato dagli Arabi (tra l’altro il termine alchimia deriva dall’arabo al kimia, il cui significato è «terra nera»).

In seguito, con le Crociate e con gli scambi commerciali tra le Repubbliche Marinare e l’Oriente, l’alchimia dilagò in tutta Europa scatenando le azioni repressive della Chiesa durante l’Inquisizione. Questo causò, tra il XV e XVII secolo, un temporaneo occultamento dell’Arte Regia.

Anche il XVIII secolo fu un periodo difficile per gli alchimisti, perché la scienza stava facendo passi da gigante e l’opinione pubblica si schierò contro di essi. Durante il XIX secolo, il Romanticismo e il successivo materialismo capitalista dipinsero l’alchimia come una sorta di fiaba priva di ogni razionalità e questo spinse gli alchimisti a ritirarsi nel più completo silenzio.

Paradossalmente, fu proprio la scienza nel XX secolo, con la fisica nucleare, a riabbracciare alcuni concetti fondamentali dell’alchimia.

Parallelamente, il crescente interesse del mondo occidentale a riappropriarsi di una ricerca spirituale ha fatto in modo che l’Arte Regia e le discipline alchemiche orientali (Tantra, Taoismo, Yoga) riemergessero dalle nebbie dell’oblio.

Riassunto
Titolo
Alchimia significato e breve storia
Descrizione
Il significato della parola alchimia e' quello di una combinazione di elementi che concorrono per realizzare un determinato fenomeno.
Autore
Editore
MM
Logo

Published by

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *